tac con radiazioni dimezzate - buone notizie

Premiate 2 ingegnere italiane per aver dimezzato le radiazioni delle TAC.

Le ricercatrici hanno elaborato un sistema per ridurre l’esposizione alle radiazioni del 40-60% per i pazienti.

Si chiamano Michela D’Antò, della Fondazione G. Pascale e Federica Caracò, dell’Università degli studi Federico II, ed hanno vinto il primo premio all’Health Technology Challenge (HTC) con il loro progetto dal nome «Valutazione di un protocollo per la verifica delle funzionalità di un sistema di riduzione della dose installato su tomografi assiali computerizzati»

Nel loro progetto hanno verificato l’efficacia di un protocollo per poter garantire una buona qualità di immagini da una Tac riducendo del 40-60% la dose di radiazioni.

Le due ricercatrici campane affermano quanto sia importante “l’aggiornamento delle tecnologie esistenti per migliorare le prestazioni degli strumenti radiologici nell’ottica di assicurare al paziente prestazioni più accurate e minimizzando i rischi possibili derivanti dall’esposizione a radiazioni ionizzanti“.

Fonte Corriere della sera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie

RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter